DOVE SI RACCONTA DI LUOGHI NELLA GRECÌA SALENTINA, DI BENI PUBBLICI E DI SPAZI PERDUTI O RITROVATI, DI TERRITORI E PATRIMONIO CULTURALE

Chiesa di San Biagio - Calimera | Melendugno- Scheda tecnica
Castello De Gualtieriis - Castrignano de' Greci - Scheda tecnica
Molino a cilindri Coratelli e Imparato - Scheda tecnica
Parco Archeologico di Apigliano - Martano - Scheda tecnica
Chiesa di San Francesco - Martignano - Scheda tecnica
Piazza San Giorgio e Portici - Melpignano - Scheda tecnica
Chiesa di Santo Stefano - Soleto - Scheda tecnica
Soleto Archeologica - Soleto - Scheda tecnica
Cripta di San Sebastiano - Sternatia - Scheda tecnica
Chiesa della Madonna degli Angeli - Sternatia - Scheda tecnica
Area delle Pozzelle - Zollino - Scheda tecnica
La produzione fittile nel tempo - Cutrofiano
Narrazioni
RACCONTARE LA GRECÌA SALENTINA È POSSIBILE? NOI CI PROVIAMO CON L'AIUTO DI TESTIMONI, FOTOGRAFI, VIDEOMAKER, ARTISTI...

itinerari cicloturistici interattivi nella Grecìa Salentina
Itinerari cicloturistici interattivi nella Grecìa Salentina
Tre guide, scaricabili gratuitamente in italiano e inglese, per scoprire il paesaggio griko in bici ma anche a piedi. Percorsi alternativi tra le bellezze dell'entroterra, con uno sguardo sul mare.
Le mappe consentono di esplorare i beni oggetto di studio del progetto In-Culture in maniera interattiva e allo stesso tempo con un ritmo umano e "dolce". Tre itinerari per immergersi tra centri storici, chiese, palazzi antichi e case a corte, sentieri di campagna, oliveti, muretti a secco e furnieddhi. 

Scarica la mappa con gli itinerari cicloturistici (clicca qui)

Itinerario n.1 "Ulivi, querce e furnieddhi" (ITA | EN)

Itinerario n.2 "Dalla Grecìa Salentina al mare" (ITA | EN)

Itinerario n.3 "Andar per centri storici" (ITA | EN)

CONTENUTI EXTRA

La guida include una sezione denominata “Tascapane”, in cui troverete i nostri consigli sulle specialità gastronomiche del territorio da portare con voi nella vostra escursione, e una sezione “Playlist” con i nostri suggerimenti musicali per accompagnare la vostra pedalata con i suoni e i ritmi del Salento e della Grecìa.

Itinerari cicloturistici interattivi nella Grecìa Salentina EXTRA (clicca qui)

Three cycle itineraries in Grecìa Salentina EXTRA (download)

luoghi sonori cresco inculture convolution reverb
Luoghi Sonori, ascolta la voce dei 12 casi studio
Un lavoro di analisi del riverbero dei beni della Grecìa Salentina oggetto di studio. È possibile inserire un brano e ascoltare l’effetto che avrebbe se prodotto nella location scelta.

VISITA LA PAGINA. SIMULA IL RIVERBERO 

(CLICCA QUI)

 

pozzelle di zollino foto di marco rizzo inculture
Conservare l'acqua: le pozzelle di Zollino tra memoria storica e indagini scientifiche
La pubblicazione raccoglie i risultati degli studi condotti sui sistemi di raccolta di acqua piovana presenti a Zollino, elementi caratteristici dell’architettura rurale locale dal notevole valore identitario e simbolico: le Pozzelle di Pirro, le Pozzelle di Apigliano, le Cisterne di Masseria Gloria. 

Scarica il volume "Conservare l'acqua: le pozzelle di Zollino tra memoria storica e indagini scientifiche"

CLICCA QUI

Il volume contiene al suo interno i contributi del dott. Gianni Carluccio con informazioni sul contesto storico, la diffusione sul territorio delle pozzelle e una raccolta dei principali studi sinora condotti sul tema; il complesso programma diagnostico messo in atto da In-Cul.Tu.Re. in collaborazione con l’IBAM-CNR di Lecce a partire dalla mappatura dello stato di fatto dei luoghi, al rilievo interno di una pozzella con successiva modellazione 3d, fino alla ricostruzione dei modelli geologici e idrogeologici delle tre aree.

La pubblicazione si arricchisce inoltre di un contributo sulle recenti ricerche archeologiche, curato da Francesco Esposito e Barbara Vetrugno, che hanno avuto luogo presso le pozzelle di Apigliano, in occasione dei lavori per la realizzazione di un nuovo percorso di visita.

la chiesa medievale di Santo Stefano a Soleto visita la pagina www.inculture.eu/chiesadisantostefano
La Chiesa medievale di Santo Stefano a Soleto
Un tesoro da esplorare per la prima volta in realtà aumentata, alla scoperta di uno dei primi e più compiuti esempi di pittura tardogotica in Puglia. 

INIZIA LA VISITA VIRTUALE

(CLICCA QUI)

 

http://www.inculture.eu/argilladicutrofiano/
Cutrofiano, l'arte di lavorare l'argilla
Un territorio indissolubilmente legato all'argilla, raccontato in una mappa interattiva dedicata ai luoghi legati alla produzione ceramica.

VISITA LA PAGINA e ACCEDI AI CONTENUTI EXTRA

(CLICCA QUI

 

parco archeologico di apigliano
I percorsi reali e virtuali sul Parco archeologico di Apigliano
Presentazione del volume “Apigliano. Un villaggio bizantino e medievale in Terra d’Otranto. I reperti” e dei percorsi reali e virtuali realizzati per favorire una visita più attrattiva del Parco.
VISITA IL PARCO IN REALTA' AUMENTATA

Il progetto In-Cul.Tu.Re. “Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro” presenta il secondo volume “Apigliano. Un villaggio bizantino e medievale in Terra d’Otranto. I reperti” (a cura di P. Arthur, M. Leo Imperiale e M. Tinelli), pubblicato in collaborazione con l’équipe di Archeologia Medievale dell’Università del Salento, guidata dal professore Paul Arthur.

In tale occasione saranno presentati i percorsi reali e virtuali realizzati per favorire una visita più attrattiva, coinvolgente e consapevole del Parco archeologico di Apigliano (Martano), uno dei dodici casi studio individuati all’interno del territorio della Grecìa Salentina.

Nel dettaglio, per agevolare un processo di riappropriazione da parte della comunità locale e per integrare il Parco in modo sistemico all’interno di percorsi di turismo culturale, è stato progettato con la cooperativa CRESCo un itinerario esperienziale, percorribile in bici o in automobile, che connette il Parco archeologico con tre siti oggetto di studio: Pozzelle di Pirro e Pozzelle di Apigliano, Chiesa di San Francesco, Chiesa semipogea di San Biagio. L’itinerario consente di apprezzare i valori naturalistici, storico-culturali e percettivi peculiari del paesaggio della Grecia Salentina.

Per favorire una fruizione consapevole del Parco, è stato inoltre sviluppato un sistema di visita in realtà aumentata - con la supervisione scientifica di Paul Arthur e la collaborazione di Mirko Peripimeno - che utilizza un linguaggio semplice ed innovativo adatto anche a un pubblico di non specialisti.

L’area archeologica di Apigliano potrà quindi essere visitata per la prima volta virtualmente grazie a un’applicazione fruibile da dispositivi mobile (Android e iOS) e da remoto, che consente di sovrapporre le modellazioni tridimensionali, inerenti strutture, edifici e reperti archeologici, al contesto reale e di usufruire di contenuti aggiuntivi (video e schede di approfondimento, in lingua italiana e inglese).

L’evento rappresenta un’opportunità per far conoscere il valore del Parco archeologico e per offrire contenuti di qualità e servizi integrati per la fruizione e assistenza ai visitatori.

Le esperienze, i punti di vista e le attività di ricerca e valorizzazione - condotte dal progetto In-Cul.Tu.Re. sul Parco archeologico di Apigliano e sui restanti casi studio individuati all’interno del patrimonio della Grecìa Salentina - sono stati inseriti nel percorso espositivo “Futuri Possibili - Il Paesaggio della Grecìa Salentina”, allestito a Castrignano dei Greci presso il Castello de Gualtieriis e visitabile fino al 17 maggio (per maggiori info)

La presentazione del volume e dei percorsi reali e virtuali si svolgerà lunedì 11 maggio a Martano, ore 17.30, presso la Sala conferenze "Karol Wojtyla" in Piazza Caduti. Interverranno il sindaco di Martano Massimo Coricciati, Adriana Travaglini (docente Università del Salento), Marco Leo Imperiale (curatore del volume, archeologo e dottore di ricerca presso l’Università del Salento) e Mirko Peripimeno (LoStudio/35) e Federica Maria Stifani (In-Culture)

Allegati:
Comunicato StampaParco archeologico di ApiglianoScarica questo file (ComStampa_ParcoArcheologicoDiApigliano.pdf)(scarica)

melpilight re-illuminare piazza san giorgio
Melpilight, re-illuminare piazza San Giorgio
Un processo durato un anno che ha coinvolto un network di professionisti nazionali e internazionali insieme alla comunità locale per restituire alla piazza ruolo, valore e centralità attraverso la luce.

SCOPRI "MELPILIGHT"
(video, foto, navigazione in 3d, dossier finali)
CLICCA QUI

Progettare la re-illuminazione di Piazza San Giorgio e dei portici partendo dai bisogni della comunità, con lo sguardo attento al contenimento dei consumi e abbattimento dell’inquinamento luminoso. Con questo obiettivo ha avuto inizio Melpilight, un percorso iniziato nel marzo 2014 e che si conclude con la presentazione del progetto di re-illuminazione.

L’iniziativa è promossa da In-Culture (progetto di ricerca vincitore del bando Miur Smart Cities and Communities and Social Innovation) in collaborazione con Città Fertile (gruppo tecnico orizzontale per le strategie urbane partecipate), Scie Urbane (collettivo di designer appassionati di bici e luce vincitori del bando Principi Attivi 2012) e cooperativa CRESCo (società di servizi per l’efficientamento energetico, la tutela ambientale e lo sviluppo del territorio).

I quattro gruppi di lavoro coinvolti – supportati da un network di professionisti nazionali e internazionali – hanno deciso di intraprendere un percorso condiviso e di mettere a disposizione le rispettive competenze per una progettazione partecipata della re-illuminazione di Piazza San Giorgio e dei suoi portici, uno dei dodici casi studio individuati da In-Culture nell’ambito delle attività di ricerca sul patrimonio culturale della Grecìa Salentina.

Melpilight è stato organizzato su un totale di otto fasi: studio di fattibilità, osservazione partecipante, ricostruzione della memoria storica, mostra fotografica, microlab, seminario sull’illuminazione, prototipazione dell’impianto di illuminazione, stesura e consegna del progetto definitivo. 

Un lavoro di sinergia con la comunità locale e l’amministrazione comunale che ha portato alla realizzazione del progetto definitivo, accogliendo le suggestioni proposte dai cittadini, con particolare attenzione a minimizare impatto e invasività della nuova proposta di illuminazione con l’ambiente storico-artistico della Piazza.

Giovedì 12 marzo, alle 18.30, presso la Casa del Turista di Melpignano, si svolgerà la cerimonia di consegna del progetto di re-illuminazione

Leggi gli altri articoli correlati:

Facciamo luce su Melpilight (clicca qui)
Ri-facciamo luce su Melpilight (clicca qui)
La città è fertile, il microlab sta arrivando (clicca qui)
Luci, musica e partecipazione (clicca qui)

NON SOLO MELPILIGHT Piazza San Giorgio e i portici rientrano nei 12 casi studio del progetto In-Culture. Il bene individuato, all’interno del patrimonio culturale della Grecìa Salentina, non è stato solo oggetto della progettazione partecipata per la re-illuminazione della Piazza.

Le attività di ricerca hanno riguardato la valutazione dello stato di conservazione dei portici. Sono stati condotti studi puntuali attraverso l’applicazione di indagini termografiche, con il supporto del Laboratorio di restauro del Politecnico di Torino.

Piazza e portici sono stati sottoposti anche alla sperimentazione del Convolution Reverb, realizzato dalla cooperativa CRESCo, per catturare le caratteristiche acustiche dell’ambiente studiato.

Nell’ambito delle attività di promozione turistica, è stata avviata la collaborazione con Sherazade - Storymaker for travelling, cantastorie digitale che permette di ascoltare sul proprio smartphone voci e storie del luogo in cui ci si trova.

Nel caso di piazza San Giorgio, il visitatore potrà ascoltare un audio racconto che narra la storia di un ricco mercante, ambientata nel 1580 durante lo storico mercato settimanale, che avrebbe portato Melpignano a essere soprannominata “La Napoli piccinna”.

Allegati:
Comunicato Stampa Melpilight Scarica questo file (Comunicato stampa MELPILIGHT.pdf)(scarica)

Timeline di Progetto:
Evento
Documento di Progetto
Milestone